Scarica l’applicazione per visualizzare oltre 400 farmaci con relativi dosaggi ad uso pediatrico e 300 malattie con sintomi e relative terapie. Un prontuario farmaceutico pediatrico tascabile.

 

 

ipediatria ipediatria

Malattie

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

AMEBIASI

Sintomi
Protozoo enterico, escreto sotto forma di cisti o di trofozoiti nelle feci dei soggetti infetti.

Cause
La trasmissione può essere causata da ingestione di cisti presenti nei cibi o acque infette e per via oro-fecale. L'icubazione può varirare dall' 1 alle 4 settimane e può essere ansiomatica o sintomatica.

Terapia consigliata
Le forme sintomatiche di amebiasi intestinale ed extraintestinale devono essere trattate con un amebicida “tissutale”: il farmaco di prima scelta è il metronidazolo alla dose di 750 mg tid per 14 giorni. Un farmaco alternativo è il tinidazolo alla dose di 500 mg qid per 3 giorni.

La terapia deve essere successivamente completata con un trattamento con farmaci attivi sulle forme cistiche eventualmente presenti a livello colico: si utilizza selettivamente paromomicina alla dose di 500 mg qid per 10 giorni. Il trattamento delle forme coliche asintomatiche può avvalersi del solo trattamento on paromomicina. Infine, infezioni da forme accertate di E.dispar non richiedono terapia.

In pazienti con ascesso che continuino ad essere febbrili 72 ore dopo l'inizio di una terapia con metronidazolo va presa in considerazione l'opportunità di un intervento di aspirazione non chirurgica. Gli ascessi amebici possono richiedere a volte il drenaggio chirurgico nel caso in cui vi sia rischio di rottura oppure se l'ascesso continua ad ingrandirsi nonostante la terapia.