Scarica l’applicazione per visualizzare oltre 400 farmaci con relativi dosaggi ad uso pediatrico e 300 malattie con sintomi e relative terapie. Un prontuario farmaceutico pediatrico tascabile.

 

 

ipediatria ipediatria

Malattie

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

MALATTIA DA GRAFFIO DI GATTO

La malattia da graffio di gatto è una malattia classificata tra le bartonellosi.

EZIOLOGIA
L'agente eziologico batterico è la Bartonella henselae. Il contagio avviene tramite morso o graffio di gatto (specialmente gattini fino a 6 mesi).

EPIDEMIOLOGIA
La Bartonella henselae è diffusa tra i gatti dalle pulci. Si stima che l'8% dei gatti domestici sia infetto così come il 13% dei gatti randagi.
Nell'uomo è tipica dei bambini. Essa è ubiquitaria nel mondo, ma più diffusa tra i bianchi. L'infezione si trasmette all'uomo tramite lesioni traumatiche provocate da gatti come appunto il graffio.

CLINICA
Si forma inizialmente una papula nel punto di inoculo dopo circa 5 giorni dal graffio. Questa evolve in una pustola con adenopatia regionale, nel 30-40 % dei casi si può avere esito febbrile.
Atri sintomi sono febbre, artralgia, anoressia.
A seguito di auto-inoculazione si può avere congiuntivite unilaterale granulomatosa con adenopatia satellite (Sindrome di Parinaud). Negli immunocompromessi e nei malati di AIDS si può avere angiomatosi bacillare o peliosi epatica.

PROGNOSI
Tende a risolversi spontaneamente in 2-4 mesi.

TERAPIA
Normalmente non è richiesta terapia. Se necessario si possono utilizzare doxiciclina, ciprofloxacina, azitromicina (o eritromicina).