Scarica l’applicazione per visualizzare oltre 400 farmaci con relativi dosaggi ad uso pediatrico e 300 malattie con sintomi e relative terapie. Un prontuario farmaceutico pediatrico tascabile.

 

 

ipediatria ipediatria

Malattie

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

POLMONITE NEONATALE

Polmonite facente parte del quadro di una sepsi generalizzata che si manifesta alla nascita o entro qualche ora dalla nascita.

EZIOLOGIA
Lo streptococco di gruppo B (GBS) è l'agente più frequentemente responsabile delle polmoniti a esordio precoce, ma a volte possono esserne responsabili la Listeria monocytogenes, l'Haemophilus influenzae, l'Escherichia coli, la Klebsiella, e altri germi gram + e gram -.

La polmonite a esordio precoce spesso si verifica in associazione con amnionite e dopo una prolungata rottura delle membrane. Il feto è circondato da liquido amniotico infetto e lo sforzo respiratorio determina aspirazione, nei polmoni, di microrganismi responsabili di sepsi e polmoniti. La polmonite nella prima settimana di vita è associata a bassi punteggi di Apgar e a un'anamnesi positiva per complicanze perinatali-(p. es., travaglio prematuro, distacco di placenta e parto distocico).

SINTOMI
Le condizioni cliniche del neonato dipendono dalla gravità della sepsi e della polmonite, variando dalla tachipnea alla insufficienza respiratoria e shock settico dalla nascita.

Diagnosi e terapia
La storia del parto (p. es., amnionite) può suggerire la diagnosi, ma una polmonite non può essere distinta clinicamente o radiologicamente da altre cause di distress respiratorio, come la sindrome del distress respiratorio (RDS), la tachipnea transitoria del neonato (TTN), l'aspirazione di meconio o l'ipertensione polmonare persistente. La rx può mostrare infiltrati diffusi, liquido interstiziale o, raramente, addensamenti lobari, o può simulare i reperti della RDS, TTN o della sindrome da aspirazione di meconio.

Gli esami da effettuare sono gli stessi di quelli richiesti in caso di sepsi (v. sopra Sepsi neonatale,). Sono importanti l'emocoltura, la coltura dell'aspirato tracheale e del LCR. Anche l'emocromo con conta piastrinica è importante. Può essere di aiuto un test di agglutinazione al latex sulle urine per lo streptococco di gruppo B. La terapia è la stessa di quella consigliata per la Sepsi neonatale, descritta precedentemente.

POLMONITE A ESORDIO TARDIVO
Polmonite che solitamente si verifica dopo 7 giorni di vita, più comunemente in neonati ricoverati in TIN che richiedono intubazione endotracheale prolungata a causa di una malattia polmonare cronica.

Lo stafilococco coagulasi-negativo, resistente all'oxacillina, costituisce la causa più frequente di polmoniti a esordio tardivo. Nei bambini che probabilmente sono stati trattati con numerosi antibiotici a largo spettro, possono essere ritrovati molti altri patogeni, inclusi lo stafilococco coagulasi-positivo, E. coli, Klebsiella, Pseudomonas, Proteus, e Serratia, come pure la Candida albicans e altri funghi (v. sopra Sepsi neonatale,).

SINTOMI E SEGNI
La polmonite a esordio tardivo può iniziare gradualmente, con aumento delle secrezioni aspirate dal tubo endotracheale e la richiesta di parametri ventilatori più elevati. Altri bambini possono presentare un esordio acuto, con instabilità della temperatura e neutropenia. La rx del torace può evidenziare nuovi infiltrati, ma, se il bambino ha anche una grave displasia polmonare, sarà molto difficile evidenziarli.

DIAGNOSI E TERAPIA
Gli esami da richiedere sono l'emocoltura e la coltura dell'aspirato tracheale. Il trattamento iniziale di prima scelta è rappresentato dalla vancomicina, ma può essere sostituita da antibiotici meno nefrotossici appena sono disponibili i risultati dell'antibiogramma. Le terapia è uguale a quella della Sepsi neonatale, sopra.

POLMONITE DA CLAMIDIA

La contaminazione da clamidie durante il parto può evolvere in polmonite da clamidia a 2-6 sett di vita. I bambini sono tachipnoici, ma non si presentano in condizioni critiche e possono presentare una congiuntivite associata, causata dallo stesso organismo. Pu