Scarica l’applicazione per visualizzare oltre 400 farmaci con relativi dosaggi ad uso pediatrico e 300 malattie con sintomi e relative terapie. Un prontuario farmaceutico pediatrico tascabile.

 

 

ipediatria ipediatria

Malattie

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

COAGULAZIONE INTRAVASCOLARE DISSEMINATA (CID)

Sindrome dovuta a facile coagulazione del sangue circolante, con notevole deposizione di fibrina, ostruzione di microvasi, comparsa di emorragie sole o associate a trombosi (CID emorragica o trombotica).

Può essere di gravità estrema o manifestarsi come disordine sub-clinico.

Vi sono molteplici cause in grado di causare una CID ma le più frequenti sono alcune patologie ostetriche, tumorali, traumatiche massive o settiche batteriche.

Altra cause sono le ustioni, la malaria, i casi di inoculazione di veleni di serpenti.

L’esordio clinico vari a seconda della patologia di base e della gravità della malattia la manifestazione caratteristica è il sanguinamento di difficile controllo, spesso accompagnato da alterazioni significative di alcuni parametri laboratoristici: tra questi ricordiamo la piastrinopenia, il prolungamento del PT e del PTT, l’elevazione dei prodotti di degradazione della fibrina e il calo del fibrinogeno (quest’ultimo sembra essere il dato fondamentale).

La terapia consiste innanzitutto nella eliminazione dell’agente causale per esempio nei casi ostetrici è richiesta quasi sempre l’esecuzione del parto cesareo e nelle sepsi una terapia antibiotica aggressiva e di rapido effetto.

Controverso, ma largamente adottato, è l’uso di eparina mentre è buona norma l’infusione di plasma fresco e piastrine per ripristinare i fattori della coagulazione carenti (perché consumati dal processo stesso).

Nei casi di DIC lieve può essere indicata una profilassi eparinica in previsione di interventi chirurgici o trattamenti chemioterapici imminenti.

Terapia
Il trattamento della CID comprende la terapia eziologica e la terapia sostitutiva.

- La terapia eziologica ha lo scopo di rimuovere la causa all'attivazione del processo coagulativo intravascolare: terapia antibiotica in caso di sepsi, asportazione chirurgica o trattamento chemioretapico della neoplasia, trattamento delle patologie feto-neonatali, ecc..

- La terapia sostitutiva nei pazienti con emorragia consiste in infuzioniplastriniche, creioprecipitato, plasma fresco congelato. Nei pazienti con trombosi vascolare associata alla CID può essere indicato il trattamento con eparina, con molta attenzione per mantenere livelli adeguati di piastrine e quindi limitare le complicanze emorragiche.