Scarica l’applicazione per visualizzare oltre 400 farmaci con relativi dosaggi ad uso pediatrico e 300 malattie con sintomi e relative terapie. Un prontuario farmaceutico pediatrico tascabile.

 

 

ipediatria ipediatria

Malattie

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

ANORESSIA

In età evolutiva l'anoressia può essere di origine fisica o psichica. Cause Le anoressie da cause organiche sono dovute a condizioni morbose varie come infezioni delle vie urinarie nel lattante, malattie infettive, malattie metaboliche. Le anoressie da cause psichiche vengono distinte in anoressie dell'infanzia in genere indotte da alterate relazioni con la madre o con l'ambiente in cui vive il bambino e in anoressie nervose dell'adolescenza prevalentemente nel sesso femminile riferibile a somatizzazione di complessi psichici. Terapia consigliata Nell'anoressia dell'infanzia consiste nel… [..]

ARTRITE IDIOPATICA GIOVANILE (AIG)

Il termine artrite idiopatica giovanile non identifica una singola malattia ma comprende tutte le artriti croniche a causa ignota che insorgono prima dei 16 anni. Il termine “Artrite” significa che un’articolazione è infiammata; i segni tipici di infiammazione sono il dolore, il gonfiore e la difficoltà del movimento articolare. Il termine “idiopatica” significa che non se ne conosce la causa. “Giovanile” perché l’esordio dei sintomi avviene prima dei 16 anni di età. Non si tratta di una malattia ereditaria, nel senso che un genitore la possa trasmettere… [..]

ARTRITE SETTICA

Grave infezione che interessa più spesso le grandi articolazioni degli arti inferiori. Sintomi I batteri più frequenti sono nel neonato lo stafilococco e lo streptococco da 2 a 5 mesi S. aureus e H. influenzae dopo i 5 anni S. aureus. Esordio acuto con febbre a carattere settico, dolore, tumefazione, calore, arrossamento, limitazione funzionale a carico dell'articolazione interessata. Terapia Terapia antibiotica e drenaggio dell'articolazione interezzata. La terapia antibiotica va prescritta in base all' età del paziente: nel neonato una penicillina antistafilococcica (es. oxacillina… [..]

ASCARIDIASI

Sintomi Nella fase intestinale i sintomi consistono in dolori crampiformi, inappetenza e stato di malnutrizione. Nella fase polmonare, ma solo in soggetti ipersensibili, compaiono bronchite, polmonite, crisi asmatica e febbre. In alcuni casi si hanno delle manifestazioni neurologiche (insonnia, irritabilità, convulsioni). Nella fase intestinale, la presenza di vermi adulti può determinare dolori addominali diffusi, nausea, vomito, alterazioni dell'alvo. Più rari i casi di occlusione intestinale o perforazione con peritonite conseguente. Sono descritte anche reazioni… [..]

ASMA BRONCHIALE

Sintomi Comparsa improvvisa, spesso di notte, di crisi di mancanza di respiro, con sensazione di soffocamento e "fame" d'aria: il respiro è accompagnato da sibili che possono essere talvolta uditi a distanza. È presente tosse scarsamente produttiva, con espettorazione di muco viscoso. Il paziente appare spesso agitato, sudato e in posizione semi-ortopnoica o francamente ortopnoica. Il torace è espanso in atteggiamento inspiratorio ed è visibile la muscolatura respiratoria accessoria (per esempio, sternocleidomastoideo ecc.). Possono associarsi segni e sintomi di scompenso cardiaco… [..]

AVVELENAMENTI DA INALAZIONE

Inalazione da fumo Il danno da funo si divide in insulto termico diretto del naso e del cavo orale o insulto chimico sul polmone. Gli esami indicati sono emocromo, equilibrio acido-base, azotemia, elettroliti, RX torace. Terapia consigliata Rianimazione cardiopolmonare con somministrazione di ossigeno 100% umidificato con mascherina, infusione glucosalina, broncodilatatori (aminofillina 5-6 mg/kg in 20 min. seguita da infusione continua di 1 mg/kg/ora). Intossicazione da monossido di carboni (CO) Sintomi I primi sintomi come dispnea, nausea, astenia, vomito si manifestano quando la COhb nel… [..]

AVVELENAMENTO DA INGESTIONE

Il trattamento degli avvelenamenti da ingestione va effettuato attenendosi ai seguenti criteri di priorità: rianimazione cardiorespiratoria, decontaminazione gastroenterica, somministrazione di antidoti, quando disponibili. Rianimazione cardiorespiratoria L' ABC della respirazione cardiorespiratoria ha la precedenza assoluta rispetto a tutti gli altri interventi terapeutici. Decontaminazione gastroenterica Se sussiste il rischio di tossicità, gli interventi consistono nell'allontanamento della sostanza tossica mediante lavanda gastrica o emesi (vomito forzato) o nel suo assorbimento e… [..]

Pagina 1 2 3