Scarica l’applicazione per visualizzare oltre 400 farmaci con relativi dosaggi ad uso pediatrico e 300 malattie con sintomi e relative terapie. Un prontuario farmaceutico pediatrico tascabile.

 

 

ipediatria ipediatria

Ultime malattie inserite

COLITE PSEUDOMEMBRANOSA

La colite pseudomembranosa, detta anche colite associata ad antibiotici è una colite acuta caratterizzata dalla formazione di una pseudomembrana, ossia uno strato aderente di cellule infiammatorie e detriti sulla mucosa danneggiata. Essa rappresenta il quadro clinico più grave e relativamente raro di una più diffusa patologia causata dall'uso di antibiotici: CDAD (Clostridium Difficile Associtaed Disease). È causata dalle tossine prodotte dal clostridium difficile, uno dei batteri che…

DERMATOMIOSITE GIOVANILE

Malattia che è caratterizzata da una compromissione della cute, del tessuto sottocutaneo e dei muscoli scheletrici. Essa si manifesta con la comparsa in queste strutture di infiltrati infiammatori cronici che determinano alterazioni degenerative delle fibre muscolari. Poiché la malattia interessa in genere molti muscoli dei due lati del corpo si usa comunemente il termine di polimiosite. Maggiormente colpiti sono i muscoli prossimali degli arti (cioè dei cingoli scapolo-omerale, pelvico e…

ECHINOCOCCOSI (idatidosi cistica)

Malattia parassitaria dovuta ad infestazione dell’organismo da parte di larve di vermi Platelminti Cestodi appartenenti al genere Echinococcus. Allo stadio di verme adulto il parassita vive nell’intestino del cane, suo ospite definitivo, ed ha come ospite intermedio la pecora, il vitello o accidentalmente l’uomo che ne può ingerire le uova soprattutto con gli alimenti inquinati dalle feci del cane.La malattia si osserva soprattutto nelle regioni in cui si hanno importanti allevamenti di…

PLEURITE

Infiammazione della pleura, di solito responsabile di un versamento pleurico essudativo e di dolore toracico trafittivo che si acuisce con gli atti del respiro e con la tosse. EZIOLOGIA La pleurite può essere causata da un sottostante processo polmonare (p. es., polmonite, infarto, TBC); dall'ingresso diretto nello spazio pleurico di un agente infettivo o di una sostanza irritante (p. es., nei casi di rottura esofagea, di empiema amebico o di pleurite in corso di pancreatite); dal…

INSONNIA

Difficoltà nell'addormentarsi o frequnti risvegli notturni. Si distinguono - Insonnie primitive dovute a cause comportamentali del bambino o dei genitori o a cause abientali. - Insonnie secondarie provocate da coliche, disturbi respiratori, intolleranze alimentari.TERAPIA Il primo intervento terapeutico si basa su attengiamenti affettivi tranquillizzanti e nella cura di un ambiente rassicurante. Il trattamento farmacologico deve essere preso in considerazione solo nel caso in cui i…

TETANO

Malattia infettiva acuta da Clostridium tetani, caratterizzta da convulsioni e spasmi tonici intermittenti dei muscoli volontari; lo spasmo dei masseteri è responsabile del nome di "trisma" (o "serramascelle"). EPIDEMIOLOGIA In tutto il mondo il tetano provoca 50000 morti all'anno. L'infezione può svilupparsi anche post-partum nell'utero (tetano materno) e nell'ombelico dei neonati (tetanus neonatorum). La malattia clinica non conferisce immunità. Il tetano è una malattia di enorme…

ANNEGAMENTO - SEMIANNEGAMENTO

Sintomi I sintomi predominanti sono convulsioni, disturbi della coscienza, dell' apparatorespiratorio come broncospasmo, cianosi periferica, edema polmonare acuto e dell'apparato cardiocircolatorio come aritmie e scompeso cardiaco. Terpia consigliata Il primo soccorso deve essere finalizzato alla ripresa e al mantenimento della funzione respiratorio. La terapia farmacologica iniziale prevede somministrazione di ossigeno con maschera facciale, correzione dell'acidosi e broncodilatazione. …

CITOMEGALOVIRUS

Il citomegalovirus (CMV) è un virus piuttosto comune che infetta persone di tutte le età e, una volta entrato nell’organismo, ci rimane per tutta la vita. La maggior parte delle infezioni da citomegalovirus è silente, cioè chi è infetto non presenta alcun sintomo, tuttavia il virus può causare disturbi sia a livello fetale sia nei pazienti con problemi di immunodeficienza. Il citomegalovirus fa parte della famiglia degli herpesvirus, che comprende i virus dell’herpes simplex e…

Ultimi farmaci inseriti

Flunitrazepam - Roipnol

Trattamento a breve termine dell’insonnia. Le benzodiazepine sono indicate soltanto quando il disturbo e’ grave, disabilitante o sottopone il soggetto a grave disagio.Dose0,5-1 mg/dieRoipnolCompresse 1 mg…

Idrossido di alluminio e magnesio

Associazione di sostanze alcaline (sciroppo o compresse masticabili) efficace contro l'acidità gastrica. Vengono impiegati nella cura dell'ulcera peptica e nella prevenzione della gastropatia da FANS. Effetti indesiderati sono diarrea, ipocalcemia, ipersodiemia.DoseMaalox- sospensione: 200 ml, 0,5 ml/kg/dose x 3-4 volte/die, 20-60 minuti dopo i pasti e prima di coricarsi.- compresse 800 mg: 1 cpr x 3-4 volte/die, 20-60 minuti dopo i pasti e prima di coricarsi.…

Bromexina - Bisolvon

E' indicato nel trattamento delle turbe della secrezione nelle affezioni respiratorie acute e croniche.BisolvonSciroppo: 1/2-1 cucchiaino x 3 volte/dieCompresse 8mg : > 5 anni 1 compressa x 3 volte/dieSoluzione: lattante 10 gtt x 3 volte/die; 2-6 anni 20-40 gtt x 3 volte/die; 6-12 anni 2-4 ml x 3 volte/dieFiale 2 ml 4 mg …

Ematoporfirina - Tonogen

TonogenFlaconcini OS 10 ml: 1/2-1 fl/die…

Oxatomide - Tinset

Farmaco antistaminico anti-H1, impiegato con buoni risultati nell'orticaria e nella rinite allergica. Presenta effetti collaterali e precauzioni d'uso degli altri antistaminici.Dose0,5 mg/kg/dose x 2 volte/dieTinsetGocce 2,5% (1 gt = 1 mg)> 1 anno: 1 goccia ogni 2 kg peso corporeo x 2 volte/dieCompresse adulti 30 mg…

Nitroprussiato - Sodio Nitroprussiato

Farmaco vasodilatatore diretto appartenente al gruppo dei nitroderivati, particolarmente efficace nel trattamento delle emergenze ipertensive. Ha azione rapida, fugace (anche se l'emivita è lunga, con rischio di accumulo) e potente e risulta efficace anche nei casi insensibili al diazossido. Provoca vasodilatazione diretta senza aumentare portata e frequenza cardiaca. A causa delle sue caratteristiche farmaco-cliniche, e per il suo uso che è solo endovenoso, la somministrazione del…

Ibuprofene - Fevralt - Antafebal - Brufen - Nurofen

L'ibuprofene è un principio attivo che rientra nella famiglia dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Il farmaco è dotato di proprietà analgesica, antinfiammatoria e antipiretica. Questa classe di farmaci rappresenta la categoria di più largo impiego nel trattamento delle malattie reumatiche. Il farmaco è indicato nel trattamento del dolore di varia natura, da lieve a moderato. Il farmaco è utilizzabile in caso di cefalea, mal di denti, dolore mestruale, dismenorrea, nevralgie,…

Noramidopirina - Metamizolo - Novalgina Gocce

Derivato pirazolonico a spiccata attività analgesica e antipiretica. Viene somministrato per via orale, rettale e parenterale. Con l’uso di n. (come con altri derivati pirazolonici) può svilupparsi agranulocitosi. Usare con cautela per effetti collaterali sulla crasi ematica e per la potenziale tossicità.Dose 4 mesi - 4 anni: 6-7 mg/kg/dose, fino a 4 volte/die> 4 anni: 6-10 mg/kg/dose, fino a 4 volte/die- Novalgina Gocce (1 gt = 18 mg)4 mesi - 4 anni: 2-6 ggt, fino 4 volte/die5-14 anni:…